WebinAir cittadini per aria 2021-03-15T18:03:12+00:00

I Webinar sono una serie di incontri i cui protagonisti sono stati la qualità dell’aria, la salute, la mobilità attiva e sostenibile nelle città. Questi seminari online si sono tenuti durante la fase di lockdown per il Coronavirus, per provare a immaginare le nostre città una volta terminata la quarantena.

Inquinamento e particolato fine: cosa fare per migliorare l’aria in città?
Incontro del 25 novembre 2020

Philippe Tunis, dott. presso il Joint Research Centre (JRC)

(clicca qui per la presentazione Powerpoint);

L’impatto dell’inquinamento sulla salute dei bambini
Incontro del 20 novembre 2020

Laura Reali, pediatra;

Maria Grazia Perrone (Xeapro), PhD scienze ambientali
(clicca qui per la presentazione Powerpoint);

Agricoltura e qualità dell’aria
Incontro del 03 novembre 2020

Giacomo Alessandro Gerosa, professore associato di Fisica dell’Atmosfera

Margherita Tolotto, senior policy officer for Aid and Noise all European Environmental Bureau;

Anna Gerometta, Presidente di Cittadini per l’aria

Il futuro del porto di Civitavecchia e l’idrogeno nel settore navale
Incontro del 06 ottobre 2020

Angelo Moreno, Comitato del Sole
Il porto di Civitavecchia

Geert Decock, T&E
Idrogeno nel settore navale
(clicca qui per scaricare la presentazione);

Il traffico e le emissioni dei veicoli

Incontro del 28 maggio 2020

Victor Valverde Morales, Commissione europea (JRC)
Vehicle emissions: regulatory perspective and empirical evidence
(clicca qui per la presentazione Powerpoint);

Enrico Pisoni, Commissione europea (JRC)
“Key results from the JRC “Urban NO2 Atlas”
(clicca qui per la presentazione Powerpoint).

Le rilevazione dell’EEA della qualità dell’aria in Italia
Incontro del 25 maggio 2020

Alberto Gonzàlez Ortiz, Agenzia Europea dell’Ambiente (EEA)
“Air quality data available at the EEA. Focus on Italy and the Air quality in Europe – 2019 report”.
(Clicca qui per la presentazione Powerpoint)

Fondi europei e qualità dell’aria
Incontro del 18 maggio 2020

Lorenzo PirelliCorte dei Conti Europea

“Qualità dell’aria: la nostra salute non è ancora sufficientemente protetta” e “Efficienza energetica degli edifici”;

“L’uso dei fondi UE per l’ambiente: che strumenti hanno i cittadini per verificarne l’utilizzo?”.

Qui le tre presentazioni: 1, 2, 3.

Mobilità attiva in Europa
Incontro del 14 maggio 2020

Niccolò Panozzo, European Cycling Federation
“Riattivare l’Europa: in bici e a piedi per uscire dalla quarantena”.
(Clicca qui per la presentazione Powerpoint)

Mobilità sostenibile
Incontro dell’11 maggio 2020

Francesco Iacorossi, Roma Servizi per la mobilità
(clicca qui per la presentazione Powerpoint)

Paolo Ruffino, Decisio
(clicca qui per la presentazione Powerpoint)

Federico Del Prete, Legambici
(clicca qui per la presentazione Powerpoint)

Inquinamento, virus e spazi urbani
Incontro del 7 maggio 2020

Mark Nieuwenhiujsen, Barcelona institute for global health
(clicca qui per la presentazione Powerpoint).

Riorganizzare la città
Incontro del 4 maggio 2020

Gianni Biondillo, scrittore e architetto
“I sentieri metropolitani”

Elena Granata, docente al Politecnico di Milano
“Le città che saremo”.

Virus e inquinamento
Incontro del 30 aprile 2020

Gianluigi De Gennaro, Università degli Studi di Bari
“Il virus: è nell’aria?”
(clicca qui per la presentazione);

Carla Ancona, Dipartimento di Epidemiologia del Lazio
“Inquinamento atmosferico e salute in tempo di Covid19”
(clicca qui per la presentazione).

Bambini e inquinamento, ciclabili d’emergenza
Incontro del 27 aprile 2020

Luca Boniardi, Dipartimento di Scienze Cliniche e di Comunità, Università degli studi di Milano
“Bambini in età scolare ed esposizione personale all’inquinamento atmosferico”
(clicca qui per la presentazione Powerpoint)

Paolo Pinzuti, Bike Italia
“Rete Ciclabili d’Emergenza”

Le best practice in Belgio
Incontro del 24 aprile 2020

Luc Int Panis
“Andare in bici in città è sano? Cosa ci dice la ricerca sull’esposizione dei ciclisti all’inquinamento”. 
(Clicca qui per la presentazione).

Evi Dons
“Nasi curiosi, 20.000 cittadini belgi hanno misurato la qualità dell’aria. Con che risultati?”.
(Clicca qui per la presentazione).