Spingere il cambiamento

Facciamo respirare il mediterraneo

Gli effetti delle emissioni delle navi soffocano le nostre città di porto, peggiorano la qualità dell’aria nell’entroterra e causano, in Europa, 50.000 morti premature all’anno. Il Mediterraneo – diversamente dai mari dell’Europa del Nord ove è stata introdotta nel 2015 una zona SECA (Sulphur Emission Control Area) – è ancora attraversato da un flusso continuo e crescente di navi che hanno emissioni altissime
Scopri di più

No2, No Grazie

Cittadini per l'aria ha deciso di fare chiarezza sull’ esposizione alle sostanze nocive che si respirano ogni giorno in città, in particolare il biossido di Azoto, NO2. E per farlo, ha scelto di passare dalle parole ai fatti. Nasce così il progetto "No2, No Grazie", la prima mappa dei veleni nell'aria di Milano creata dai cittadini per i cittadini. Come funziona? Chi aderisce all'associazione entro il 20 gennaio 2017 può diventare "vedetta per l'aria", ritirare un kit misura NO2 e posizionarlo sul proprio balcone, sulla finestra della camera dei bambini, davanti alla scuola o al proprio ufficio.
Scopri di più

DIVESTITALY

Cittadini per l’Aria aderisce alla campagna #DivestItaly, parte italiana della mobilitazione a livello globaleDivestment, per invitare tutte i soggetti economici e in primo luogo gli investitori istituzionali a non investire in azioni (e obbligazioni) di imprese legate all’industria fossile.
Scopri di più

Scienza partecipata

Tell me, I forget. Show me, I remember. Involve me, I understand. Le prove ormai ci sono: la nostra società sta causando danni gravi agli ecosistemi e alle condizioni della vita umana. Eppure cambiare è difficile, le politiche inseguono le emergenze e non sempre i cittadini sono pronti a sostenere nuove scelte. Un aiuto ci viene dalla tecnologia, che oggi consente ai cittadini di partecipare ad esperienze di “citizen science”.
Scopri di più